I NOSTRI SERVIZI

Di cosa ci occupiamo

Behavior Based Safety (BBS)

L’Organizational Behavior Management (OBM) è la disciplina fondata sulle leggi scientifiche che spiegano il comportamento umano e che ne consentono la previsione e il controllo all’interno del contesto lavorativo. Nell’ambito dell’OBM diverse tecniche sono state messe a punto e collaudate nel corso degli ultimi 50 anni. In particolare, la Behavior-Based Safety(BBS) è il protocollo che consente di ridurre in modo significativo il numero d’incidenti in ambito lavorativo.

Con modus operandi rigorosamente evidence-based, la metodologia BBS consente di agire direttamente alla radice delle cause degli incidenti sul lavoro modificando non solo i comportamenti di tipo motorio (es. mettersi i DPI), ma anche i comportamenti verbali (es. parlare di sicurezza durante una riunione o sentirsi responsabili della sicurezza dei propri collaboratori) che sono alla base dei Valori e della Cultura aziendale.

Diventa BBS Coach

Il principale obiettivo dei progetti di Behavior Based Safety (BBS) è quello di modificare e mantenere nel tempo Cultura e Valori di Sicurezza. Per questa ragione hanno la caratteristica di durare ed evolversi negli anni. Turnover, nuovi reparti o nuovi stabilimenti coinvolgere, necessità di supportare nel quotidiano Osservatori e Safety Leader coinvolti nel processo, sono solo tre delle possibili ragioni per cui si rende necessario costruire un piano di mantenimento e sostenibilità dei progetti di BBS nel tempo.

Formare una risorsa interna come figura esperta di BBS permette di:

  • disporre di una figura di coordinamento interno che funga da riferimento per gli altri attori dell’organizzazione;
  • ridurre i costi di consulenza necessari per il piano di mantenimento o per le nuove implementazioni.

Percorsi di Coaching Manageriale 1:1

Chiunque abbia la responsabilità di gestire persone o progetti complessi può trovarsi ad affrontare momenti di difficoltà, in cui il proprio repertorio di soft skills e strategie comportamentali si rivela non all’altezza delle competenze invece possedute in termini tecnici o di processo.

Un percorso di coaching manageriale individualizzato permette di identificare chiaramente gli aspetti problematici su cui verrà successivamente tarato un piano di intervento e di monitoraggio.

Come in tutti i progetti di stampo OBM giocano un ruolo fondamentale la misurabilità dei progressi e il raggiungimento di nuovi standard di performance che possano essere monitorati e mantenuti nel tempo in totale autonomia.

Processi OBM in ambito Qualità, Produttività e Vendite

Decenni di implementazione e ricerca hanno dato evidenza di come i processi di osservazione, misurazione e feedback dei comportamenti, propri del modus operandi della Behavior Based Safety (BBS), sono la chiave per motivare anche altre classi comportamentali e pertanto in grado di supportare le aziende per costruire pratiche di eccellenza, Valori e Cultura in tutti gli altri ambiti alla base della catena del valore del proprio business.

Corsi di Formazione

La disciplina comportamentale e le metodologie di Organizational Behavior Management sono funzionali per percorsi formativi rivolti sia a ruoli manageriali che operativi, selezionati a catalogo oppure progettati verticalmente sull’azienda.

I corsi hanno durata variabile, privilegiamo la modalità in presenza, ma siamo ben disposti a considerare la didattica a distanza. In ogni caso i momenti di lezione frontale saranno alternati con fasi di esercitazione e laboratorio. Le esercitazioni hanno lo scopo di applicare i contenuti formativi in analisi di caso e discussione di gruppo. I laboratori hanno lo scopo di costruire strumenti utili per applicare i contenuti formativi nel proprio lavoro e favorire pertanto il trasferimento degli apprendimenti nella routine quotidiana.

Valutazione del Clima Organizzativo e Interventi di Benessere

Il monitoraggio del clima aziendale è prassi diffusa in molte organizzazioni, anche al di là dei classici adempimenti normativi, per via dei tanti e utili feedback che è possibile raccogliere dal campo attraverso survey e altri strumenti di partecipazione aziendale.

La messa a punto dei giusti item, sufficientemente calati nel contesto specifico e soprattutto espressi in chiave comportamentale e pertanto misurabile, offre la possibilità unica di interrogare la popolazione aziendale tramite un particolare metodo “a imbuto” che screma le opinioni identificando le ragioni alla base di quelle maggiormente diffuse. Solo così è possibile argomentare con cognizione di causa i punteggi raccolti, in modo da operare confronti col passato e progettare interventi migliorativi per il benessere dei lavoratori che siano davvero condivisi ed efficaci.

Valutazione dello Stress Lavoro Correlato

Come previsto dall’art. 28 del D.Lgs. 81/2008, il Datore di Lavoro ha l’obbligo di valutare tutti i rischi tra i quali anche quelli collegati allo Stress Lavoro Correlato (SLC).

Il modello di valutazione del rischio SLC messo a punto da Behavior Factory consente di analizzare in chiave comportamentale le possibili cause delle condizioni di squilibrio che portano i lavoratori a non sentirsi in grado di far fronte alle richieste e a perdere quindi sintonia con il proprio ambiente di lavoro.

Attraverso la somministrazione di survey e interviste 1:1 la valutazione consente di monitorare il vissuto dei lavoratori, avendo cura di:

  • discriminare disagi propri della sfera privata da eventuali fenomeni stressogeni riconducibili a specifiche prassi organizzative;
  • approfondire le cause di tali situazioni problematiche identificando aree critiche che consentano di mettere a punto azioni di intervento dall’efficacia dimostrabile.